bimby/ cioccolato/ dolci/ è senza/ light/ Ricette base/ Ricette facili/ Ricette Vegetariane/ senza glutine/ senza lattosio

Le creme – ricetta base senza uova, senza glutine e senza lattosio

torte nel bicchiere

Oggi vi lascio la mia ricetta di creme, in tante mi avete chiesto come ottenere creme vellutate e lucide

vi illustrerò sia la cottura tradizionale che con il bimby,  una ricetta base che vi sarà utile in tante occasioni, adatta anche a chi soffre di intolleranze, è infatti senza uova, senza glutine e all’occorrenza vi fornisco anche l’alternativa senza lattosio. Capiti a tutti di avere ospiti improvvisi e voler preparare un dolce al volo, e perché non un dolce al cucchiaio?
Prima che arrivi agosto, mi sono imposta di farvi vedere queste piccole torte nel bicchiere, un’idea fresca particolarmente adatta alle nostre serate estive, dalle feste alle cene, possono tranquillamente sostituire le torte classiche e riempire la tavola di allegria, colore e sapore.
Le torte nel bicchiere si possono realizzare come volete, sono semplicissime, basta realizzare una base e una o più creme e comporre insieme gli strati, avendo cura di alternare bene, seguendo se possibile un armonia cromatica all’interno del bicchiere, legate il cucchiaio e portate in tavola, così ogni ospite si potrà servire da sé.
Le basi possono essere di biscotti sbriciolati o pandispagna sbriciolati, ad esempio, su questi strati si versa uno strato di crema, o panna, o mousse, o coulis, e poi ancora uno strato di biscotti o pandispagna e si conclude con la crema e le guarnizioni che preferite.
I bicchieri che vedete sopra sono stati preparati per il compleanno di una giovanissima amica di famiglia.
Ma come ottenere creme lucide e vellutate? Per prima cosa, smettetela di utilizzare la farina per far addensare la crema, errore, la farina si sentirà e renderà la crema pesante. Imparate invece a dosare l’amido di mais e l’amido di riso, miscelandoli bene insieme, l’amido di mais donerà alla crema consistenza e lucentezza, e l’amido di riso renderà la crema vellutata. Iniziate ad elaborare le vostre dosi, secondo i vostri gusti, vi piacciono le creme più sode o meno sode? Come le amate? Io vi lascio le mie dosi e la ricetta da seguire con il bimby o con il metodo tradizionale.

ricetta crema senza glutine, senza lattosio e senza uova

CREMA ALLA VANIGLIA da coppa o bicchiere (senza uova e senza glutine) dose per 5 bicchieri da 120 ml.
300 ml di latte intero
200 ml di panna fresca
50 g di amido di riso (20 g se usate il metodo tradizionale)
35 g di amido di mais (30 g se usate il metodo tradizionale)
i semi di una bacca di vaniglia (o 1 cucchiaio di estratto metodo tradizionale)
120 g di zucchero
25 g di burro

Con il bimby, versare nel boccale, in ordine, il latte, la panna, lo zucchero e i semi di vaniglia, cuocere a vel. 2 per 12′. Infine inserire il burro , alzare a velocità 3, mescolando per 50 secondi.

Con cottura tradizionale, miscelate gli amidi con lo zucchero, versate sulle polveri a filo un pochino di latte tolto dal totale, mescolate fino ad ottenere una cremina fluida, nel frattempo portate a bollore il resto del latte, a cui avrete aggiunto la panna, e la bacca di vaniglia che avrete cura di utilizzare intera, oppure svuotata dai semini, o meglio sotto forma di estratto, questo piccolo accorgimento eviterà la formazione di grumi, in quanto la panna utilizzata nella ricetta tende ad inglobare i semi di vaniglia. Quando il latte è quasi giunto a bollore unitelo alla crema di amidi, mescolate per circa 1 minuto, sul fuoco, vi accorgerete che la crema si addenserà velocemente senza attaccarsi alle pareti della pentola, una volta addensata, spegnete il fuoco e aggiungete il burro morbido, mescolate energicamente, versate in una ciotola di vetro, fate raffreddare coperta da pellicola per alimenti.
Una volta fredda servitela accompagnandola come preferite.ricetta crema senza glutine senza lattosio e senza uova Crema alla vaniglia senza lattosio

350 g di latte di riso

150 g di panna di soia

75 g di zucchero di canna integrale

50 g di zucchero semolato

30 g di amido di mais

10 g di amido di riso

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Il procedimento è identico a quello spiegato sopra

Se preferite la crema al cacao, aggiungete alla ricetta 60 g di cacao e aumentate lo zucchero di altri 50 g.

Spero che questo post vi sarà utile.
Alla prossima ricetta. Bacetti. 😀

 

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Nicoletta
    17 maggio 2017 at 10:35

    Ho fatto una torta con le tue ricette sia per la base che per le creme è fantastica…… ed è anche finita in un batter d’occhio!!!
    Ora vorrei fare una torta ma mettere creme classiche hai dei trucchetti per far sì che non mi crolli tutto?
    Questo tipo di creme sono perfette per una torta strati ma le classiche mi fanno venire il dubbio!!
    Grazie e ancora complimemti

    • Reply
      Ginestra
      17 maggio 2017 at 18:07

      Ciao Nicoletta, cosa intendi per creme classiche?
      Se intendi la pasticciera, gli accorgimenti sono gli stessi, bene o male
      la ricetta che ti riporto qui per tua comodità la trovi nel post delle zeppole di San Giuseppe.

      Per un’ottima crema pasticcera soda, potete usare questa ricetta:
      500 g di latte intero
      4 tuorli
      120 g di zucchero
      70 g di amido
      la buccia lasciata intera di un limone o di un’arancia
      1 cucchiaino di vaniglia
      Lasciate cuocere il latte con la buccia d’arancia (o limone) e un cucchiaio di zucchero tolto dal totale, fino quasi a portarlo a bollore, a parte mescolare l’amido con lo zucchero restante e i tuorli, mescolare energicamente, poi aggiungere un pochino di latte caldo, diluire ancora il composto di tuorli e amido, che vi garantisco sarà senza grumi e unirlo infine al resto del latte caldo nella pentola. Fate addensare la crema a fiamma dolce, a fine cottura io sciolgo un cucchiaio di burro per ottenere una crema bella lucida e gustosa e rimuovo la buccia dell’arancia, potete anche omettere il burro.
      Lasciate raffreddare la crema, disponetela su una pirofila, coprite con pellicola e solo quando si presenta ben fredda, potrete utilizzarla per farcire qualsiasi dolce.

      Nella versione al cacao devi aggiungere a questa crema 50 g di cacao amaro e aumentare lo zucchero secondo i gusti non più di 200 g. Se invece unisci la nutella non devi aumentare lo zucchero.
      Utilizza 70 g di amido solo se cuoci nel bimby, nella pentolina normale puoi scendere tranquillamente a 60 g. Viene davvero ben soda.
      Non crolla manco a morire 😉

  • Reply
    Irene La Rocca
    13 maggio 2017 at 4:48

    A che temperatura devo mettere il Bimby per cuocere la crema ? Come mi regolo per farcire una chiffon da 22 cm, quanta crema ( pasticcera o camy cream) devo usare? Grazie mille Irene

    • Reply
      Alessandra
      13 maggio 2017 at 8:59

      Ciao Irene,
      La temperatura va impostata a 90′ così eviti che il latte bollendo fuoriesca dal boccale.
      Per farcire la tua chiffon puoi fare tranquillamente mezzo kg di crema.
      Un abbraccio
      Ale

  • Reply
    Torta Paw Patrol | Ginestra ::: Blog Per Cuori Golosi
    10 marzo 2016 at 18:01

    […] La ricetta della base la trovate qui e la ricetta della crema alla vaniglia la trovate lì. […]

  • Reply
    Bombolone vieni a me | Ginestra ::: blog per cuori golosi
    10 febbraio 2016 at 9:05

    […] io amo riempirli con crema alla vaniglia e con crema al cioccolato, le ricette le trovate qui  bomboloni ripieni   Save stampa per circa 8 bomboloni e 4 graffe la ricetta delle creme […]

  • Reply
    Come ottenere una torta alta, soffice e buona per le nostre torte | Ginestra ::: blog per cuori golosi
    4 febbraio 2016 at 12:07

    […] i miei articoli, nelle ricette base, vi ricordo anche il post dedicato alle creme. Spero che quanto scritto fino ad ora vi sia […]

  • Reply
    lavvocatonelfornetto
    29 settembre 2015 at 13:28

    Perfette!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Involtini di peperoni e quinoa

    Send this to a friend